Banks 7 – Un blend davvero complicato

Banks ha una bottiglia veramente strafiga, sicuramente dà l’idea sbagliata di sè. Sì perchè sembra una trovata commerciale, un blend psichedelico di oltre 20 Rum provenienti da 7 nazioni diverse (Barbados, Guyana, Trinidad, Guatemala, etc.). Ecco in realtà niente di più sbagliato. Blend esagerato, versatile, buono liscio e miscelato. Devo dire che chiunque lo ha creato ha centrato l’obiettivo. Anche perchè ha selezionato sicuramente rum giovani, e questo ha spinto parecchio sul gusto.

Al naso si sentono chiaramente le note date dai pot still (Guyana e Barbados secondo me), poi esplode floreale con un’evoluzione verso la cannella.

Al palato è rotondo e burroso, complesso con note dolci di sottofondo che non schiacciano mai gli aromi. Il finale è elegante, leggermente affumicato. Stupendo. Degustandolo in molti modi si capisce perchè hanno selezionato così tanti rum, di fatto ognuno viene fuori se messo in condizione di farlo. Con il ginger beer emergono tutte le note più speziate, l’old fashioned è da paura, molto aromatico e persistente. Liscio esplode in tante sfaccettature che si integrano e si amalgamano perfettamente.

Bottiglia: 9/10
Olfatto: 7/10
Palato: 8/10
Finale: 7/10
Rapporto qualità prezzo: 8/10
Giudizio finale (media): 7,8/10

Author:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *